Author: Michele Rebora (page 1 of 2)

Presentazione del libro di Ismaele Tortella

Ismaele Tortella è un fotografo naturalista che vive a Tromsø. Ha appena pubblicato un libro dal titolo “Iguazù, alla scoperta della foresta atlantica”.


“Il libro racconta le avventure, le emozioni e le esperienze di Ismaele vissute durante il suo anno nella provincia di Misiones, in Argentina. Questa località, nota soprattutto per le cascate dell’Iguazù a confine con il Brasile, fa parte di uno degli ecosistemi più minacciati al mondo: la foresta atlantica. In questo complesso scenario Ismaele si lancerà alla scoperta di questa terra e dei suoi abitanti come i cebi dai cornetti o i coati, viaggeremo in moto imbattendoci in caimani e capibara, ci avventureremo dentro la foresta subtropicale per studiarla e per vivere con le comunità indigene Guaraní che ne custodiscono i segreti.
Le immagini, inserite solo nell’introduzione e nella parte finale del libro aiuteranno il lettore a comprendere meglio i luoghi visitati e scoprirne le bellezze naturali.”

Un’anteprima del libro si trova qui https://issuu.com/danielemarsoneditore.com/docs/marson_iguazu-intro

A great adventure: memories of Italian industrialization

Prima conferenza nel programma di interventi dal titolo “Italy: not just art, culture and food. The adventure of Italian industry”.
Le conferenze sono a cura dello storico Stefano Agnoletto e sono il frutto di una collaborazione tra il Comites di Oslo, l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo e la Fondazione ISEC.

Dopo la laurea in Economia presso l’Università Cattolica di Milano, Stefano Agnoletto ha conseguito un primo dottorato di ricerca in Storia Economica a Napoli ed un secondo in Storia Contemporanea presso Kingston University di Londra. In questi anni ha avuto responsabilità didattiche presso varie istituzioni accademiche in Italia, Canada, Spagna, Gran Bretagna, Austria, Messico, Stati Uniti e Federazione Russa. Ha svolto attività di ricerca su temi di storia economica e sociale, anche con funzioni di coordinamento e direzione in Europa e Nord America. Di tale attività è testimonianza una ricca produzione scientifica che comprende otto monografie, decine di articoli su riviste e saggi in volumi collettanei.

Stefano Agnoletto

Attualmente è membro del Comitato Scientifico di Fondazione ISEC (Istituto per la Storia dell’Età Contemporanea), dell’International Scientific Committee di ITH (International Conference of Labour and Social History), dell’ International Editorial Board dil “Zapruder World. An International Journal for the History of Social Conflict”, del Comitato Scientifico di “Milanosifastoria” (Festival d Storia patrocinato dal Comune di Milano) e del Comitato per la Didattica della Storia dell’Ufficio Scolastico Regionale di Regione Lombardia. Tra il 2015 e il 2018 è stato responsabile della sezione didattica di Fondazione ISEC. Da metà agosto 2018 si è trasferito a Oslo e continua la sua attività presso BI-Norwegian Business School dove al momento è Visiting Research Fellow.

“Se muore il becchino”. L’Italia raccontata con allegria.

Protagonista della serata è il libro di Rossana Porcu (alias Anna d’Alberto) “Se muore il becchino”, che offre stralci esilaranti su un mondo italiano forse non tanto inventato. Dopo una breve introduzione della presidente del Comites Oslo Elisabetta Cassina Wolff, abbiamo avuto il piacere di avere il libro presentato dalla stessa autrice, che vive a Oslo, e animato dalle bravissime Paola Fulci e Suela Kristiansen.

Un’allegra serata

Rossana Porcu, nata a Cagliari, ingegnere civile edile, è arrivata per scelta a Oslo nel 2013, insieme alla grande onda di italiani fuggiti all’estero. Dalle 8 alle 16 fa lavora come project manager in un’azienda norvegese di consulenza e si occupa soprattutto di piste ciclabili. La sera scrive. Fin da bambina ha sempre coltivato attività creative come il disegno, la pittura, il fumetto e la scrittura. Il Becchino è il suo primo romanzo pubblicato, ed anche il primo ad essere stato inviato a un editore. Un secondo romanzo è terminato e ora si sta dedicando alla stesura finale di una trilogia fantasy il cui primo nucleo è stato immaginato nel lontano 1994.

Bando per la concessione di contributi a iniziative

Durante la XXI seduta, il Comites di Oslo ha deciso all’unanimità di allargare ai nostri concittadini la possibilità di usufruire di una parte cospicua dei fondi del Comites.

Riteniamo fondamentale che una parte dei finanziamenti sia resa disponibile, attraverso un bando di collaborazione con il Comites, a chi voglia impegnarsi con iniziative efficaci, innovative e utili alla comunità. 

Pertanto, il Comites di Oslo mette a disposizione un totale di  30.000 NOK, da destinarsi alle proposte che verranno valutate idonee. Continue reading

Comprare casa in Norvegia

Nell’ambito dell’ormai rodato progetto “Incontri con la comunità”, l’attenzione si sposta ora sul mercato immobiliare norvegese. 

Nella sua presentazione, Axel W. Wolff spiega i concetti base relativi all’acquisto di una casa in Norvegia, aiutando a raccapezzarsi nella terminologia del settore.

Older posts

© 2020 COMITES OSLO

Theme by Anders NorenUp ↑

COMITES OSLO